Menu
 
Vivere l'Alto Adige

Gite ed escursioni di interesse storico-artistico

Città vescovile di Bressanone e dintorni
Da Luson a Bressanone (12 km) – Museo diocesano e dei presepi: notevole raccolta di arte sacra nel Palazzo vescovile (60 sale). Visitabile dalle ore 10 alle 17. Duomo di Bressanone: edificio barocco con affreschi di Paul Troger, via Ponte Aquila 4; si prosegue fino a Novacella, dove si visita l’Abbazia dei Canonici regolari agostiniani (sentiero pedonale lungo la riva destra dell’Isarco). A Fortezza sorge la più grande fortificazione dell’Europa continentale. A Chiusa si visitano la città vecchia medievale e il Monastero di Sabiona (0472/847424), che domina la cittadina; a Velturno visita di Castel Velturno (castello rinascimentale con esposizione permanente), visite guidate ore 10, 11, 14.30, 15.30 (0472/855525). Museo dei minerali di Tiso-Funes (0472/844522).

Giro dell’Alpe di Luson
Dal paese di Luson a Rodengo passando dal Monte di Luson con visita di Castel Rodengo: maniero del XII sec. con i celebri affreschi del Iwein, visite guidate alle 11 e alle 15 (0472 /454280). Si prosegue fino a Rio di Pusteria/Vandoies al Museo del loden (0472 / 868540). Brunico: pittoresca città vecchia o visita al vicino Museo etnografico provinciale a Teodone (0474 / 551764); in Valle Aurina si visita Castel Tures (0474 / 678543); ritorno a San Lorenzo, poi a San Martino in Val Badia con visita del Museo Ladino, aperto da Pasqua al 31 ottobre (0474 / 524020); Passo delle Erbe (2000 m): bella vista sul Sass Putia; poi al recentemente ristrutturato Kalkofen con ristoro e ritorno a Luson.

Gita nel regno dei Monti Pallidi
Piccolo Giro delle Dolomiti: da Luson – Bressanone – Chiusa in Val Gardena a Ortisei visita del Museo della Val Gardena (0471/797554), si prosegue per Selva e Passo Gardena (2592 m). Si consiglia: facile via ferrata alla Cima Cir; Colfosco – Corvara – La Villa – San Martino in Badia (Museo Ladino) – Passo delle Erbe – Kalkofen - Luson

Vipiteno – Museo delle miniere
Vipiteno (antica città dei Fugger): visita al Museo delle miniere Jöchlsthurn. All’imbocco della Val Ridanna escursione alla romantica cascata di Stanghe, l’unica al mondo che scroscia in una gola scavata nel marmo (1 ora di cammino circa). Visita al Museo della caccia nel castello barocco di Wolfsthurn a Mareta (0472/758121) o in fondo alla valle al Museo delle miniere Masseria Monteneve (0472/656364).

Museo di Ötzi – Giardino botanico
Bolzano: Museo archeologico (Ötzi, l’uomo venuto dai ghiacci), via Museo 43 (0471/413808), Museo di scienze naturali, Duomo; Messner Mountain Museum a Firmiano (0471/631264), al Lago di Caldaro: frequentato lago balneabile. Oppure a Merano: visita di Castel Trautmannsdorf (Giardino botanico, Museo del turismo) (0473/258819), paese di Tirolo con Castel Tirolo (Museo geologico e storico-cuturale).
Eventualmente ritorno passando dalla Val Passiria (Sandwirt: casa natale di Andreas Hofer) – Passo Giovo – Vipiteno oppure ritorno lungo lo stesso itinerario dell’andata. (I musei sono generalmente chiusi il lunedì o la domenica.)
Vivere l'Alto Adige title=
 
 
Vivere l'Alto Adige title=
 
 
 
 
Richiesta semplice & senza impegno
 Richiedi senza impegno